By continuing to use this site, you agree to the use of cookies.

You can find out more by following this link. Learn more

I understand

coniedufin

 Il Comitato per la programmazione e il coordinamento delle attività di educazione finanziaria (Comitato Edufin) e il Comitato Olimpico Nazionale Italiano (CONI) hanno sottoscritto oggi un protocollo di intesa per contribuire a promuovere l’educazione finanziaria, assicurativa e previdenziale nel mondo dello sport.


Nello specifico, il protocollo prevede che il Comitato Edufin renda disponibili professionisti, contenuti e materiali didattico-formativi per la realizzazione di corsi e lezioni specifiche, che il CONI si preoccuperà di organizzare, dopo aver rilevato le specifiche competenze nei soggetti interessati.


Entrambi i Comitati intendono realizzare iniziative e moduli formativi che riescano a coinvolgere il più direttamente possibile i partecipanti, stimolandone il confronto e l’apprendimento.


L’obiettivo è quello di fornire informazioni qualificate e utili affinché ogni destinatario possa orientarsi tra le varie offerte sul mercato e scegliere consapevolmente i prodotti finanziari, assicurativi e previdenziali più congeniali alle sue ambizioni e condizioni. Gli atleti possono conseguire entrate consistenti nel corso della loro carriera sportiva, ma diventa cruciale - considerando il limitato arco temporale delle performance agonistiche - saper amministrare e investire quanto hanno guadagnato nel corso della loro attività.


L’accordo, di durata biennale, prevede interventi solo a titolo gratuito.
Il protocollo è stato firmato dal Direttore del Comitato, Professoressa Annamaria Lusardi e dal Presidente del CONI, il dott. Giovanni Malagò alla presenza del Vice Presidente CONI Alessandra Sensini, della Responsabile dell’Ufficio Studi Economici CONSOB, Nadia Linciano e del Funzionario CONSOB, Paola Soccorso.


protocolloconiedufinAnnamaria Lusardi, Direttore del Comitato: “C’è una profonda correlazione tra finanza e sport: entrambe richiedono pazienza, perseveranza e sacrificio. Gli atleti sono dunque le migliori persone per fare educazione finanziaria. Vogliamo che gli sportivi imparino a trasferire i talenti che mettono nel campo di gioco anche nelle decisioni finanziarie, per far sì che anche lì possano diventare dei campioni. A questo proposito vorremmo anche usare gli sportivi del CONI come ambasciatori, per sensibilizzare e catturare l’attenzione dei più giovani sull’importanza della conoscenza finanziaria”.


Giovanni Malagò, Presidente del CONI: “Tenevamo molto alla firma di questo protocollo che è stato curato e voluto dalla Vice Presidente Alessandra Sensini, in rappresentanza di tutti i nostri atleti ed atlete. Ad oggi, tra i tesserati, c’è scarsa conoscenza dell’argomento, siamo quindi contenti di questa iniziativa che auspico possa dare vita anche a una giornata, un convegno, che entri nella specificità dei problemi e che illustri gli esempi negativi e positivi di come i nostri atleti hanno gestito le proprie risorse finanziarie”.


Alessandra Sensini, Vice Presidente del CONI: “Ho portato avanti questo lavoro con grande entusiasmo. Ne ho parlato anche con il Direttore della Scuola dello Sport, che ci ospiterà, e con cui magari si può sviluppare un corso che attribuisca anche crediti formativi. Da ex atleta posso dire che, una volta che uno si ritira, pensa a farsi un proprio marchio di abbigliamento, ad aprirsi magari una scuola di vela ed occorre saper amministrare bene le proprie risorse e avere le competenze giuste”.